×

Messaggio di avvertimento

The subscription service is currently unavailable. Please try again later.

Schede primarie

Focus

Archeologia Puglia

Parco archeologico dei Dauni
Per conoscere la storia dell'intera Puglia

Redazione 27/04/2015 Aggiungi al tuo diario 

SULLE TRACCE DELLA STORIA

Oltre  a regalare un natura incontaminata che comprende un sistema montuoso seducente, la Daunia, e in particolare Ascoli Satriano, nel suo considerevole sito di Faragola, nella produttiva valle del Carapelle, ti offrirà la suggestione della storia ritrovata. Il Parco Archeologico dei Dauni è intitolato a Pasquale Rosario, un precursore dell’archeologia in questa affascinatane parte di Puglia. Diversi gli ettari su cui si estende questa zona archeologica, che ha restituito interessanti reperti nel corso di varie campagne. 

IL BELLO DELLA RICCHEZZA

Qui potrai ammirare un articolato insediamento rurale di età romana e tardoantica, che si segnala per le pregevoli manifestazioni di lusso. In particolare, sono stati portati in superficie ambienti residenziali di una ricca villa, di cui è stata finora documentata principalmente la fase tardoantica (IV-VI secolo d.C.). È visibile un grande ambiente, identificabile verosimilmente con una cenatio estiva, dotato di una fontana decorata da un rilievo, databile alla prima età imperiale, con la raffigurazione di un personaggio femminile danzante e di un serpente, e di un pavimento di lastre di marmo, tutte di reimpiego, arricchito dall'inserzione di lussuosi tappeti in opus sectile, realizzati con lastrine di vari marmi colorati e di pasta vitrea. A pochi metri da questa lussuosa sala da pranzo sono stati riconosciuti altri vani del settore residenziale, pavimentati con preziosi mosaici policromi a decorazione geometrica. Eretta in una posizione strategica e in una zona ricca di riserve d’acqua, la villa risulta dotata anche di un settore artigianale. Infatti, è stata rinvenuta una fornace per la cottura di laterizi, parte di un più ampio gruppo di strutture produttive.

UNA GRANDE SCOPERTA

Si tratta di una scoperta di grande importanza per la conoscenza dell'organizzazione delle campagne, non solo nel territorio di Ausculum ma dell'intera Puglia. A differenza di altre, quella di Faragola si presenta come una delle più lussuose manifestazioni di questo tipo di edificio rurale finora note in Italia meridionale. Ciò lascia intendere che la villa sia stata di proprietà di un personalità di alto profilo sociale, ad ulteriore dimostrazione della vitalità dell'economia agraria dell'Apulia in età tardoantica. Nel parco sono visibili resti di un villaggio daunio, con le abitazioni e la necropoli. Di grande interesse l'ampia pavimentazione a ciottoli fluviali con disegni geometrici del santuario di età tardo-arcaica, importante per il culto dei morti e considerato un unicum dagli esperti. Ritrovati anche vari piatti a figure rosse, pissidi e altro vasellame di pregio. L'edificio fungeva da luogo di aggregamento per le comunità del posto.

 

© Riproduzione riservata