Schede primarie

Focus

Arte e Storia in Puglia
Cultura e tradizioni in Puglia
luoghi di culto Puglia

Il duomo di Altamura
Opera di Federico II

Giuseppe Maria Lacitignola 17/04/2015 Aggiungi al tuo diario 

UNA BELLEZZA “LEGGERA"

Dopo aver percorso parte dell’affascinante borgo medioevale di Altamura, nota anche per il suo tipico pane dop,  ti troverai di fronte allo splendore della sua Cattedrale. Devi sapere che si tratta dell’unica chiesa della regione fatta costruire dal mitico Federico II, in base ai canoni architettonici dell’epoca. Dedicata all’Assunta, venne eretta contemporaneamente alla fondazione della città, che avvenne tra il 1232 e il 1254. Un simbolo laico e religioso per questa cittadina murgiana che, nel corso dei secoli, ha attraverso anche difficili momenti come quello del grave terremoto del 1316.  Durante tale grave circostanza la chiesa venne in gran parte distrutta. La sua riedificazione fu assegnata ai figli di certo Consiglio di Bitonto, maestro d'arte.
LA MAGNIFICENZA DI UN PORTALE

Rimarrai colpito guardando la facciata di questo monumento armonioso, che mostra una evidente leggerezza nonostante i tanti e differenti elementi presenti. Per gli esperti guarderai ciò che è stato definito un tipico stile di romanico pugliese ma più realmente "federiciano" per l'impronta personale di Federico II. L’occhio sarà smarrito nell’ammirare questo trionfo di decorazioni e sculture. Quanta grazie nel portale, risalente ai primi anni del 1400, che  lascia stupiti per le splendide lavorazioni ad intarsio con scene della vita di Cristo. Altro capolavoro da osservare attentamente è il rosone trecentesco, con 15 raggi e al centro il bassorilievo raffigurante l’Agnus Dei. Nel 1534 fu invertito l’orientamento e sotto l’impero di Carlo V d’Asburgo vennero elevati i due poderosi campanili che svettano dalla facciata.

INTERNI DI BELLEZZA

Quanto stupore donano gli interni di questa basilica a tre navate, suddivise da colonne snelle, gentili capitelli, pilastri. Il tuo sguardo sarà catturato dal bellissimo soffitto ligneo, ornato da stucchi d’oro. In fondo all’altare il monumentale altare del ‘700. Bella la pala del pittore Leonardo Castellano, che nella sua iconografia presenta la Vergine Assunta (1564). Da non perdere la vista del presbiterio arricchito da un sfarzoso coro in lego del 1543, dall’ambone in pietra con scene della vita di Cristo, da un pulpito cinquecentesco. Prima di lasciare questa straordinaria chiesa è importante non perdersi il  presepe cinquecentesco, di Altobello Persio, in pietra policroma, del 1587, e una tela ottocentesca di Domenico Morelli rappresentante la Conversione di San Paolo.

 

© Riproduzione riservata

 

 


Il pane di Altamura
Altamura