Schede primarie

Focus

Castelli e torri in Puglia

Il castello di Monopoli
Tra le mura della storia

Redazione 28/05/2014 Aggiungi al tuo diario 

TRA LE MURA DELLA STORIA

È incantevole la posizione di questo fortilizio cinquecentesco che si affaccia sul mare, sul promontorio più avanzato della costa, detto un tempo “punta Penna”. È una delle più belle architetture che il centro storico di Monopoli offre. Una meraviglia la vista che dona l’ampio terrazzo da cui si domina con l’occhio tutta la parte antica della città e il porto, sino a scorgere le colline delle contrade locali. Edificato per volontà di Carlo V nel 1552, il castello ti colpirà subito per la sua la particolare pianta pentagonale, che rientrava in un sistema di fortificazione costiera, che ben si connetteva con la cinta muraria che conteneva la città. Poiché sorge su costruzioni preesistenti, conserva nei sotterranei i resti interessanti di una chiesa bizantina dell’XI secolo, denominata di San Nicola de Pinna, a una navata, con cupola centrale.

UN FORTILIZIO SUL MARE

L’attuale fisionomia del castello risale al 1660, anno in cui venne reso contiguo all’imponente torrione cilindrico da cui si entra. In alto, le ampie aperture per i cannoni sul prospetto svelano la sua primitiva funzione di difesa. Nel 1660 la struttura fu adibita a residenza per le famiglie dei militari spagnoli, mentre nel 1831 divenne carcere mandamentale, chiuso poi nel 1969. Potrai conoscere questo monumento attraversando vasti ambienti, che spesso ospitano eventi di rilievo culturale. Nella parte sottostante è collocata l’interessante e attrezzata “sala delle armi”. 

UN TARGA PER RICORDARE

Sulla parete occidentale del castello è possibile scorgere un bassorilievo, memoria di un momento eroico della storia di questo centro urbano. Infatti, nell’agosto del 1971, i pescatori monopolitani soccorsero una vecchia imbarcazione greca, l’Heleanna, con 1300 persone a bordo. Un incendio distrusse la nave causando la morte e il ferimento di numerosi passeggeri, ma il pronto intervento dei pescatori della città non aggravò il bilancio delle vittime. Quest’atto di solidarietà venne onorato con una medaglia al valor civile.

 

© Riproduzione riservata


I "tesori" di Conversano
Conversano
I "tesori" di Egnazia
Fasano
Il Guazzetto
€ 25.00
Per conoscere la vera cucina marinara
Monopoli