Schede primarie

Focus

Vino pugliese
Cultura e tradizioni in Puglia
Prodotti tipici pugliesi
Cooking e gastronomia in Puglia

Il "bianco" doc
Vanto dell'intera Valle d'Itria

Valeria Rosato 17/04/2015 Aggiungi al tuo diario 

IL VERO BIANCO

Storicamente, il vino bianco ha origini egiziane. Dall’Egitto,precursore dell’arte enologica, la vite passò ai greci che definirono la Penisola italiana “Enotria”. Nel tardo medioevo era molto più apprezzato il vino bianco rispetto al rosso, poiché più raffinato e soprattutto si prediligeva il vino di collina per la sua modesta gradazione alcolica. La Puglia, e in particolare la Valle d’Itria con la sua Locorotondo, resta terra d’eccellenza per questa produzione vinicola molto apprezzata da tutti. E sono tanti gli "enogastronauti" che qui giungono per conoscere questa tipicità e cogliere l'occasione per scoprire questo ricco territorio. Proprio a Locorotondo, nel 1930 nasce la prima cooperativa pugliese al "bianco" dedicata, in uno scenario incantevole in cui predominano i trulli, i muretti a secco e le masserie dalle singolari linee architettoniche. Dalle terrazze di questo borgo, considerato uno dei più belli d’Italia,  avrai il piacere di ammirare distese di vitigni immersi in un paesaggio dalla natura peculiare. Qui nasce il "bianco Locorotondo DOC", un vino secco fermo, ottenuto dalle uve Verdeca, Bianco d’Alessano e, in piccola parte, Fiano, Bombino, Malvasia Toscana.

DELIZIA PER IL PALATO

L’occhio sarà rallegrato da un colore verdolino o giallo paglierino, mentre il tuo olfatto sarà conquistato da un profumo delicato, caratteristico, gradevole per i delicati sentori di pesca e di biancospino. Il sapore è asciutto e delicato, abbastanza sapido ed equilibrato. La gradazione alcolica complessiva minima è di 11 gradi. Il “DOC Locorotondo” accompagna perfettamente menù poco elaborati a base di pesce, poiché, avendo effetti mineralizzanti e dissetanti, libera il palato dal gusto di questa pietanza. È opportuno assaporarlo ad una temperatura di 10-12° in calici per vini.

IL GUSTO DELLA SALUTE

Un vecchio detto contadino sosteneva che “buon vino fa buon sangue” ed oggi questo ha un fondamento scientifico poiché sono noti gli effetti benefici di questa bevanda sublime. Infatti, assunto in quantità moderate, il vino bianco di questa terra influisce positivamente sull’attività cardiovascolare, difendendola da eventuali danni grazie ad alcune sostanze  in esso contenute. Possiede anche proprietà antinfiammatorie, antivirali e anti allergiche. Una delizia per il palato e un toccasana per la salute del tuo corpo. Scoprire il “bianco” di Locorotondo significa conoscere l’identità di un territorio dalla forte vocazione turistica e dalle tante tipicità gastronomiche che vanno dai primi piatti alla carne.

 

© Riproduzione riservata

 

 


Martina Franca
Martina Franca
Il biscotto di Ceglie
Ceglie messapica
I "tesori" di Egnazia
Fasano