×

Messaggio di avvertimento

The subscription service is currently unavailable. Please try again later.

Schede primarie

News


Sant’Agata di Puglia è “cittaslow”
Un borgo dauno che punta sulla lentezza

Redazione 27/05/2015 Arte e Cultura

IL VALORE DELLA LENTEZZA

Insieme a Cisternino, a Trani e all’altro Comune foggiano di Orsara, anche Sant’Agata di Puglia viene inserita nella rete internazionale di "Cittàslow". Quest’ultimo è un movimento nato nel 1999 la cui idea era quella di allargare la filosogia di Slow food alle comunità locali e al governo delle città, applicando i concetti dell’ecogastronomia alla pratica del vivere quotidiano.

NEL RISPETTO DELLE TRADIZIONI

In sostanza vi aderiscono Comuni animati da individui curiosi del tempo ritrovato, dove l’uomo è ancora protagonista della lentezza e del benefico succedersi delle stagioni. Inoltre, tutti questi Comuni rientrano a far parte del circuito in quanto rispettosi della salute dei cittadini, della buona cucina e della genuità dei prodotti impiegati.Tra gli altri valori aggiunti di chi ottiene questo significativo riconoscimento quello di essere caratterizzati della spontaneità dei riti religiosi e più, in generale, della salvaguardia delle proprie tradizioni demo-antropologiche

 


Altro in Arte e Cultura