×

Messaggio di avvertimento

The subscription service is currently unavailable. Please try again later.

Schede primarie

News


Il programma del "Libro possibile" di Polignano a mare
L'agorà dove la cultura è condivisione e festa del confronto

Redazione 07/07/2015 Eventi

IL MIRACOLO "POSSIBILE"

Da tredici anni in Puglia accade un piccolo miracolo: le strade di Polignano a Mare, in provincia di Bari, si riempiono di famiglie, curiosi, giovani e migliaia di lettori.Il merito va al festival “Il Libro Possibile” che ha reso “possibile” quello che in tanti nel nostro Paese cercano di fare: portare il libro nelle piazze, metterlo al centro di un dibattito costruttivo nel quale lo spettatore è partecipe e protagonista. Una manifestazione nata dal basso, dal volontariato, dalla forza di mettersi a servizio del proprio territorio e che, col passare degli anni, ha conquistato una importante fetta di pubblico e un ruolo cruciale all’interno della cultura nazionale.

I NUMERI DI UN FESTIVAL

Sei giorni, circa 100.000 visitatori previsti, più di 350 ospiti e 150 interventi, 100 volontari a inondare piazze, vie e balconate, sono alcuni dei numeri record del “Libro Possibile”, la manifestazione culturale nata da un’idea di Rosella Santoro e Gianluca Loliva, con l’aiuto di amici e collaboratori, ha visto in questi anni la partecipazione energica e totale di intellettuali, scrittori e artisti di prestigioso profilo culturale.

TRA SPETTACOLO, TEATRO E LETTERATURA

Aprirsi alle possibilità di incontri e opportunità di lettura piuttosto diversificati, per generare dibattiti e confronti su tematiche ampie e non settoriali, rendono questo festival unico nel suo genere. Ai nomi della letteratura impegnata si affiancano personaggi dello spettacolo, dalla cultura di nicchia si passa alla cultura nazional-popolare, assicurando così un’ampia offerta al pubblico che giunge da tutta Italia e persino dall’estero.Polignano a Mare con il suo strapiombo sul Mediterraneo si fa, così, palcoscenico perfetto per incontri, reading, spettacoli teatrali, lectio magistralis e tavole rotonde sulla cultura, l’attualità, la politica, l’economia e la nostra società.

IL PROGRAMMA

Mercoledì 8 luglio nella cornice di piazza di San Benedetto il fondatore di Libera don Luigi Ciotti ripercorrerà i vent’anni dell’associazione nella lotta contro le mafie e la corruzione nel nostro Paese insieme al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e al direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno Giuseppe De Tomaso. Grande attesa anche per Romina Power che, per la prima volta, sarà in Puglia per presentare il romanzo autobiografico “Ti prendo per mano”. Con lei sul palco ci sarà il direttore del Tg Norba Enzo Magistà Il regista italo/turco Ferzan Ozpetek si racconterà partendo dal romanzo “Sei la mia vita” mentre il giornalista Aldo Cazzullo concentrerà il suo incontro sugli uomini e le donne della Resistenza accompagnato da Paolo Mieli, dal caporedattore del Corriere del Mezzogiorno Angelo Rossano e dalle letture di Monica Vallerini. Maria Latella, invece, ha raccolto le testimonianze di donne di successo e ci svelerà i loro segreti e i consigli accompagnata da una delle più importanti protagoniste della lirica internazionale Katia Ricciarelli, che si racconterà con autoironia e a cuore aperto. Torneranno le indagini del commissario barese Lolita Lobosco di Gabriella Genisi, mentre le donne di Teheran saranno le protagoniste dell’incontro con la giornalista Farian Sabahi. Claudia Di Gregorio, insieme al padre Gaetano, ci porterà invece nell’oscurità della malattia degenerativa che l’ha colpita, e che non ha nome, Stefano Natoli, giornalista de Il Sole 24 Ore traccerà un bilancio equilibrato e completo del primo anno del governo Renzi presentando le sfide più urgenti che il presidente del Consiglio dovrà affrontare nei prossimi mesi.  Uno dei protagonisti del programma televisivo Le Iene, Matteo Viviani, ci parlerà del suo libro “La crisalide nel fango”; il giornalista leccese ed ex inviato di punta della Rai, Antonio Caprarica presenterà la sua ultima fatica, “Il romanzo di Londra”.  Un’ora dopo, alle 22 e 30, toccherà a Francesco Caringella parlarci di “Non sono un assassino”. E dopo Shirin Ebadi, protagonista di “Episodi” nelle Grotte di Castellana, la prestigiosa piazza dell’Orologio di Polignano e il Libro Possibile avranno l’onore di poter ospitare un altro premio Nobel per la Pace, Francisco Bruno Gnisci, che interverrà durante la presentazione di “Colpevole di omicidio futuro” di Pietro Battipede.  

Giovedì 9 luglio in piazza dell’Orologio lo storico e filologo classico Luciano Canfora terrà una lectio magistralis su schiavitù e libertà, toccando i temi a lui cari della democrazia e dello studio delle antiche civiltà e il loro beneficio per la nostra cultura e la nostra storia. A seguire la giornalista che ha dato vita al movimento dei Girotondi Daria Colombo con il suo romanzo “Alla nostra età, con la nostra bellezza” e Pietrangelo Buttafuoco con il suo libro sull’Islam “Il feroce saracino”.  Piazza San Benedetto accoglierà il magistrato Ferdinando Imposimato e La Repubblica delle stragi impunite e a seguire la lectio magistralis di don Antonio Mazzi impegnato da sempre in attività per il recupero dei tossicodipendenti su La società possibile. Paolo Mieli tornerà da protagonista sul palco del Festival per “Aria di guerra” il leader di Sel Nichi Vendola sarà impegnato in un reading su Pasolini a distanza di 40 anni dalla sua scomparsa. Dario Vergassola concluderà la serata con le sue interviste impossibili e vittima ne sarà il giornalista Andrea Scanzi venuto a presentare il suo romanzo “La vita è un ballo fuori tempo”.  Nelle piazze di Polignano si potranno poi incontrare il giornalista del Corriere della Sera Luca Mastrantonio che ci divertirà con il suo vocabolario Pazzesco! e il giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Michele Partipilo che analizzerà la nostra realtà da iperconnessi. Il professore dell’Università Bocconi Severino Salvemini ci mostrerà invece i suoi citofoni fotografati o aquerellati, vere e proprie opere d’arte e Giovanni Lo Storto ci parlerà di Jugaad Innovation, un viaggio nella storia, anche personale, di chi ha costantemente bisogno dell’innovazione come strumento per sopravvivere alle avversità circostanti. Gennaro Sangiuliano ci parlerà de “Il Quarto Reich” assieme all’ex direttore de La Gazzetta del Mezzogiorno Lino Patruno, mentre il duo comico foggiano,
Pio & Amedeo presenterà “Salviamo il mondo mo' senza esagerare”.

Venerdì 10 luglio monsignor Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto, interverrà sulla Forza del fascino cristiano, mentre il giurista e costituzionalista Michele Ainis ci proporrà la sua idea di “eguaglianza molecolare” quindi tra gruppi e categorie e non tra individui. Luca Telese con i suoi Cuori Neri, storia di 21 delitti dimenticati degli Anni di Piombo precederà Roberto Vecchioni con il romanzo “Il mercante di luce”. Oscar Farinetti salirà sul palco con Vittorio Sgarbi per le loro storie sulla biodiversità italiana e dovranno cavarsela con le “incursioni impossibili” di Dario Vergassola. Silvana Giacobini porterà in Piazza dell’Orologio il suo “Questo il sole ti proteggerà” e poi passerà il testimone a “Gli scaduti” di Lidia Ravera. Seguiranno Cristina Romano e i disturbi specifici di apprendimento, Alberto Bagnai, uno dei primi esponenti del pensiero “No Euro”, con la sua “L’Italia può farcela”, Sarà l’occasione giusta per riflettere su quanto accaduto in questi giorni in Grecia e capire quali sono i rischi per l’Italia. La serata proseguirà con Mario Tozzi e il suo Tecnobarocco, Zap Mangusta e i suoi cocktail filosofici e Aldo Nove con il suo Un bambino piangeva.

Sabato 11 luglio il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, sarà intervistata da Lucia Annunziata e Dario Vergassola e si parlerà di “Lavoro possibile”, mentre il deputato del M5S Luigi Di Maio dialogherà con il direttore del Tg3 Puglia Attilio Romita e con il comico barese Pinuccio sul tema “Modello di sviluppo di industria e impresa sostenibile”, un’intervista “impertinente” da non perdere. Ci saranno anche Federico Rampini con il suo “All you need is love”, il direttore del Sole24Ore Roberto Napoletano e il suo “Nuovo viaggio in Italia” da Trento a Pantelleria in un Paese che soffre, ma non si arrende. Assieme a lui sul palco anche Stefano Costantini, capo della redazione di Bari de La Repubblica.  Marco Travaglio invece nel suo “Slurp” metterà in croce lecchini e cortigiani e Luca Bianchini tornerà nell’amata Puglia per presentare il suo ultimo romanzo in vetta alle classifiche “Dimmi che credi al destino”. Ad animare le altre piazze di Polignano a Mare ci penseranno il sociologo Franco Cassano con un’acuta analisi della sinistra in questi tempi di cambiamento, il professore Paolo Becchi con un attento esame critico della seconda Presidenza di Giorgio Napolitano, Michele Marzano e il suo diario personale dei suoi anni in Parlamento, la direttrice di RaiNews24 Monica Maggioni che ci svelerà la strategia mediatica del terrorismo. E poi ancora Mario Giordano e i Pescecani, Tony Laudadio, Enrico Ianniello, Silvia Truzzi e John Peter Sloan. Alle 22 salirà sul palco Roberta Bellesini Faletti per presentare “La piuma” 

LIBRI VERDI. I DIRITTI DEI BAMBINI

Infine, ultima grande novità di questa edizione del Libro Possibile sarò lo spazio dedicato alle nuovissime generazioni con autori di valore e laboratori di costruzione, pittura e animazione dal titolo “Un prato nel mare”.Raccogliendo le esperienze di Pino Pascali, genius loci di Polignano a Mare, e di Jack Pollock, maestro americano nell’arte della “sgocciolatura”, i bambini parteciperanno a un laboratorio che avrà come tema “Libri verdi. I diritti dei bambini”. Ospite d’eccezione il missionario comboniano Padre Renato Kizito Sesana che, reduce dal ghetto di Riruta a Nairobi, parlerà ai più piccoli della straordinaria esperienza artistica e umana dei “Piccoli Acrobati di Kivuli” che hanno cambiato la loro vita di bambini di strada grazie al potere salvifico dell’Arte e della Lettura. Andrà in scena anche un’ora di reading e spettacolo con Geronimo e Tea Stilton.

IL VINO POSSIBILE

domenica 12 luglio e lunedì 13 luglio 2015

All’interno del Libro Possibile ci sarà una sezione dedicata al vino che coprirà gli ultimi due giorni di Festival: “Il vino possibile” nasce sia per sensibilizzare il pubblico e promuovere il mondo del vino e delle piccole e grandi realtà pugliesi, sia per favorire la fruizione dell’universo dei libri dedicati ai vini, all’agricoltura e alla gastronomia pugliese. Tra gli ospiti citiamo solo alcuni nomi: Sveva Casati Modignani, J-Ax che verrà intervistato da Dario Vergassola a margine del suo libro “Axforismi”, Paola Maugeri e le sue ricette “per nutrire l’anima, il corpo, il pianeta” con un libro in uscita per Mondadori “Alla salute!” e l’enologo di fama internazionale, Riccardo Cotarella.

Per maggiori info:

www.libropossibile.com

Sala Stampa

c/o Biblioteca Comunale
Via Mulini 9, Polignano a Mare
Info tel. 340-3648305


Altro in Eventi